martedì 14 ottobre 2008

Introducing E-Prime

"Il sistema linguistico di fondo (in altri termini, la grammatica) di ogni lingua non è solo uno strumento per riprodurre idee, ma piuttosto è esso stesso ciò che dà forma alle idee; è il programma e la guida dell'attività mentale dell'individuo, della sua analisi delle impressioni, della sua sintesi mentale della realtà"
--Benjamin Lee Whorf- ('Language, Thought and Reality')



Vorrei introdurre un nuovo argomento........
qualcosa che ci parla della forma del mondo così come la vediamo, come ce la siamo creata. Il nostro personale livello di realtà (e di corrispondente illusione).

Si chiama E-Prime.
Magari vi posto l'intera spiegazione in un secondo momento....
Intanto qui spiego solo brevemente di cosa tratta:

E(nglish)-Prime è una Lingua (inglese ma si applica bene anche all'italiano) Standard a cui si toglie il Verbo Essere in generale.
Una lingua in cui non è + possibile dire

"Giovanna è un centauro".

Si dovrebbe dire:

"Giovanna appare nella foto come un centauro".

Naturalmente non tutte le lingue hanno il verbo essere, ma l'italiano e l'inglese lo hanno, per cui....

Un altro esempio?
Lo shakespeariano

"Essere o non essere. Questo è il problema..."

In E-Prime diventa:

"Supporre di esistere o supporre di non esistere.
Questo pare presentarsi come un problema...."


Curioso!


Dopo questa introduzione, maggiori dettagli ed approfondimenti prossimamente.
Come si dice, STAY TUNED for E-Prime.
Una visione quantistica e non + aristotelica del mondo.

Nessun commento: