mercoledì 24 dicembre 2008

Un babbo natale a cui mi piace credere

"Proclamare patrimonio dell'umanità l'essere umano"
Un'intervista con Silvano Agosti



45 minuti di INTERVISTA che intender non può chi non vi assiste.

II PARTE

III PARTE

IV PARTE

V PARTE

venerdì 19 dicembre 2008

Una folaga

                                    una
stanca
disillusa
folaga che batte
l'ali sull'acquitrino
del 41 dicembre lunga
lunga notte tu dicevi che
saresti venuta quel giorno
o quell'altro, giuravi e invece! con la mia
Così le ho date da portare a questo solita ingenuità!
capriccioso uccello certe parole per lei che sono però poco leggibili perché nascoste sotto le piume. Ma
il volatile pianta grane, il volatile si attarda, zoppica qua e là, si posa,si addormenta perfino e ronfa.
delle maledette Io lo sgrido, lo supplico, lo frusto
grane lo frusto sulle ali,forte, forte
nella speranza si riscuota
e corra e si precipiti. Ma
é stanco, dice che no
che no. Tutto inutile
amore mio. Adieu.
(Un'ala lunga
l'altra più
corta
sì).


Dino Buzzati


"La folaga nuota e si tuffa con grande facilità e
può restare sommersa anche per diverso tempo; è inoltre assai riluttante a
prendere il volo e prima di alzarsi deve correre piuttosto a lungo sulla
superficie dell`acqua".